LoveLetters N2

Campo di SGT (PI), 29 Agosto 2014

E’ tarda notte e guardo le nostre prove e i video che ho fatto con la videocamera, devo studiare, prendere appunti, e riscrivere (ricopiando)   le mie battute per allenare la mia memoria, perché ho paura di scordarmi le parole e di non entrare al momento giusto, di perdere il ritmo e fare una figuraccia o farla fare al gruppo!

Sento che questa è un’ottima occasione per far scomparire alcuni fantasmi e scheletri che ho nell’armadio. Di fatto lo è già.

Provo tanta gratitudine per aver potuto far parte del Musical. E sono davvero onorata di averlo fatto. E’ vero sono un’attrice improvvisata e amatoriale, ma proprio come dice la parola ho amato tantissimo aver fatto parte di questo gruppo. Forse sono poco prudente a scrivere tutto questo e ad aprirmi, con persone, che del resto, non conosco molto bene, ma sento di volerlo fare e di prendermi il rischio di farlo. Il Teatro come la Danza, hanno aperto “naturalmente” alcuni pori del mio essere che erano un po’ sopiti, dietro e dentro la quotidianità, mi hanno ricordato la mia vena artistica, i miei sogni di adolescente di recitare, poi cantare, poi suonare in una band: le Endless Dreams.

Forse sono un po’ bizzarra come Frenchy per l’appunto!

Se non mi giudico, se lascio fluire le parole e dò credito al mio corpo posso concentrarmi sull’adesso, posso ascoltare e sentire tutto lo spettacolo e non solo “guardarlo” come sicuramente ho fatto durante le prove.

Una mia vecchia amica diceva che il Teatro è Vita, ed è vero, ho capito in questi giorni che è proprio così.

Quante volte nella nostra vita ci deconcentriamo mancando i nostri obiettivi? Quante volte ci dimentichiamo di divertirci mentre viviamo? Quante volte il ritmo delle nostre vite è spento portando la noia nelle nostre case? Quante volte l’emozione prende il sopravvento e fa desistere i nostri più grandi sforzi e mancare i nostri più profondi desideri?

Fare Teatro aiuta ad emergere da se stessi,  a ri-conoscersi per ciò che si è, insegna ad esserci, a sentirsi, a far parte del movimento…della vita. E una volta che si sta sul palco, la lezione entra dentro se stessi, rimane nella memoria cellulare di noi stessi e non l’abbandona mai.

Fino a due settimane fa “combattevo” letteralmente per sentirmi inclusa in un gruppo, ed ora mi rendo conto che ho tanto da dare a me stessa e al gruppo e con gioia e divertimento!

Quindi grazie A. per avermi proposto di far parte dello spettacolo, te ne sarò sempre grata! Grazie per la tua competenza, passione, la tua determinazione ed energia esplosiva! Per le tue lezioni base individuali per il respiro, la postura, la voce e le intenzioni, le pause, il ritmo…Eppoi ti sei spesa per tutti indistintamente e questo per me è sinonimo di eccellenza, e a me piace “lavorare” con le persone brave perché fondamentalmente sono (ancora) un po’ secchiona! (ma solo perché ho una vita sola, e voglio dare sempre o quasi il meglio di me e per giunta ho anche una reputazione da difendere e onorare).

Grazie M. per la competenza che hai espresso, mi sono arrivate di te..dolcezza, accoglienza, professionalità e bellezza, attenzione e ascolto delle persone. Ho percepito il tuo “savoir fair” come elegante e toccante.

Siete proprio delle “belle” Donne con la D più che maiuscola, avete reso le giornate al Calypso indimenticabili.

Grazie anche ad O. che con il suo contributo maschile alla “lettura con intenzione del copione” mi ha aperto un mondo e al contempo fatto anche molto ridere.

Mi sono sentita accolta, e l’accoglienza è cosa rara e preziosa, sappiatelo…e soprattutto ho sentito l’amore che avete per l’arte. Tutti questi ingredienti, credetemi, vi porteranno molto lontano dal punto di vista artistico, lo so e lo vedo.

Domani saremo un’orchestra che suonerà la migliore sinfonia mai ascoltata al Calypso…sento l’energia frizzante del gruppo, ognuno diverso dall’altro e per questa miscela esplosiva sento che sarà un grande grandissimo successo. 

Vi ho scritto tutto questo alla vigilia del debutto, mi sento emozionata per domani, ma è proprio quando mi sento così che sono più vera. Forse vi dirò tutto questo a voce, ma nel dubbio che non accada scrivo e scripta manent…

Uno dei miei sogni antichi era di aiutare le persone anche con l’Arte e grazie a Voi so che è possibile e che funziona e percorrerò anche quella strada.

Vi stringo tutti in un caloroso abbraccio.

Frenchy

Foto Elisabetta Giugliani, Peschiera Borromeo (MI) Metà anni ’80 “Girls just wanna have fun”

grease_flyer-definitivo-2

1984-o-1985-peschiera-borromeo-con-betty

 

Annunci

Una risposta a "LoveLetters N2"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...