Provo una punta di tristezza quando ricorre la data in cui è morta Amy e anche quando è nata. Mi rendo conto che per me è più di un’artista perchè la collego ad una persona eccezionale che fa parte della mia vita e che non c’è più. Un pò mi rimane in bocca l’amarezza di vita spezzate. Mi rimane un pò l’amarezza anche per quello che ha scritto Carmine Saviano “la vita di Amy Winehouse è stata un vortice che oggi ci consegna solo la consapevolezza che il mondo della musica non ha saputo proteggere una delle artiste più devote, complete e sensibili degli ultimi vent’anni. L’eredità di Amy? Delle epigoni che ogni anno vengono selezionate per prenderne il posto non si può che sorridere, se si vogliono paragonare a quella voce. Siano esse cattedrali pop come Adele o caterpillar glam come Lady Gaga. Amy Winehouse giocava in un altro campionato. Basta andare su YouTube, cercare la versione acustica di Back to blackregistrata per la Silver Bullet Tv.  E capire, grazie a una canzone di quattro minuti, di cosa parliamo quando parliamo di ispirazione, poesia, trascendenza”.

Le Poesie di ADA

Free Ph. Pixabay.com

2 risposte a "Amy"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...