Vita spericolata.

Questa canzone ha il potere di farmi tornare ai miei 13 anni, la conclusione del percorso delle scuole medie inferiori. Alla mia classe, a due compagni in particolare che la cantavano a squarciagola davanti al gruppo. Sento molta tenerezza per quell’episodio. Andammo a casa di uno per festeggiare, poi in bicicletta facemmo un giro lungo, passando anche dalla pericolosissima Strada Statale Paullese, dove di sera si riempiva di donne e uomini in cerca di sesso e un pò di calore. Io ne combinai una delle mie, caddi in un fosso con la bicicletta, e la sorella di D. dovette prestarmi i suoi abiti e asciugare i miei. Non raccontai nulla ai miei genitori, timorosa d’essere sgridata. Ma quando toccai il letto, quella sera, mi dissi sottovoce “sono salva e sono viva per miracolo” perchè in quel fosso gigantesco sfiorai un tubo che poteva letteralmente ammazzarmi. Mi tuffo dentro questa canzone stamattina presto, per caso o per sincronicità, è uguale. Sono dentro.Sarà che questo per me è l’ultimo anno dei 40, ma ogni singolo giorno è occasione per fare bilanci, pesare scelte, vedere errori, cose giuste che ho fatto e anche cosa ho ottenuto in termini di traguardi. Tutti questi traguardi – soprattutto quelli materiali – spariscono di fronte all’amore ricevuto e dato e alla vita che ho contribuito a far nascere. Alla fine quello che mi interessa per i miei prossimi 50 anni (dai 50 ai 100) è vivere in amore e prosperità, evolvere più possibile e contribuire nella società, viaggiare, continuare a fare il lavoro che amo e farlo viaggiando in giro per il mondo, scrivere qualsiasi cosa mi piaccia scrivere, pubblicare libri e diffondere evoluzione. Imparare a fare foto professionali, Godere di ogni giorno come se fosse l’ultimo. Come se domani non ci fossi più. Questo voglio. Questi sono i miei nuovi desideri, tutti d’oro zecchino.

Le Poesie di ArtediAscoltare*

*Anna Maria Ricci

Vita Spericolata Vasco Rossi

Ph. “Lips” Pixabay.com (Foto libera da copyright)

Annunci

2 risposte a "Desideri nuovi, d’oro zecchino"

  1. Come disse Papa Francesco : “Fate della vostra vita, un capolavoro.”
    Ecco.
    Tu lo hai spiegato fra le tue righe.
    Amare ciò che si fa, stropicciare delicatamente, la vita.
    Vivere l’oggi, come fosse l’ultimo.
    Buona giornata❣️

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...