Aveva voce e tocco

connessi e vibranti

che arrivarono

nelle sue profondità

risvegliando

i sensi di quel

femminino ferito,

capace di sciogliere nodi

e sfiorare sensibilmente

le cicatrici dell’anima.

E lei respirava…

contattando così

sempre più

il centro di sè,

integro e libero.

Le Poesie di ADA

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...